Per la Pubblica Amministrazione

L'ENEA e la P.A. insieme per migliorare l'efficienza energetica del Paese

L'ENEA e la P.A. insieme per migliorare l'efficienza energetica del Paese

Una Pubblica Amministrazione più efficiente, più sostenibile, più vicina ai cittadini

La Pubblica amministrazione ha un ruolo strategico ed esemplare in materia di efficienza energetica:

  • a livello centrale esercita funzioni istituzionali per le politiche relative all’efficienza energetica
  • a livello territoriale attua specifiche politiche energetiche per l’attuazione di interventi e nella gestione ed uso delle risorse.

Nello stesso tempo la Pubblica Amministrazione rappresenta essa stessa uno dei settori con i maggiori consumi di energia, obbligata ad adottare comportamenti virtuosi. Secondo i dati più recenti, la spesa annua sostenuta dalla PA è pari a circa 8,9 miliardi di euro (fonte: elaborazioni Consip 2018 su dati Ministero dello Sviluppo Economico, Camera di Commercio di Milano, Arera, Terna, Enea, GME, EEX, TTF) "Consip e l’efficienza energetica della PA"

Tutte le amministrazioni pubbliche- centrali, regionali e locali- sono dunque chiamate a realizzare gli interventi di efficientamento in modo esemplare, nella consapevolezza che azioni di successo agiranno da esempio per il settore privato, indirizzando cittadini ed imprese. E ancora: dal 2019 tutti gli edifici pubblici di nuova costruzione dovranno rispettare i parametri europei adeguandosi allo standard nZEB - nearly Energy Zero Building , “Edifici a Energia Quasi Zero” con livelli di prestazione molto elevati. Per gli edifici privati invece la data di riferimento è il 1° gennaio 2020.

Pubblica amministrazione centrale

In questa ottica il Dipartimento Efficienza Energetica svolge attività di consulenza e supporto tecnico- scientifico all’amministrazione centrale - in particolare al Ministero dello sviluppo economico- per l’attuazione delle direttive europee(Efficienza energetica, Prestazione energetica degli edifici, Ecodesign, Etichettatura energetica), per la programmazione e il monitoraggio delle relative misure anche attraverso la stesura del piano d'azione nazionale per l'efficienza energetica (PAEE), per lo sviluppo di metodologie e strumenti e la verifica del raggiungimento degli obiettivi nazionali, per il rafforzamento delle politiche di coesione territoriale.

Alle amministrazioni centrali il Dipartimento offre inoltre assistenza per la partecipazione al Programma di finanziamento della Riqualificazione Energetica del Patrimonio edilizio delle Amministrazioni Centrali (PREPAC) per la predisposizione delle Linee guida dei contratti di prestazioni energetica (EPC) e le Linee guida nazionali per la realizzazione di diagnosi energetiche in edifici della PA anche nell’ambito di accordi fra ENEA e Istituzioni e enti pubblici (Ministeri dei beni culturali e della Difesa, CONSIP, Camera dei Deputati, Presidenza del Consiglio e ANCI).

Pubbliche amministrazioni locali

Le PA locali possono beneficiare, anche attraverso la rete di uffici territoriali ENEA, di servizi specialistici e attività di consulenza per la redazione del Piano energetico-ambientale regionale, la realizzazione dei PAES, la gestione del Sistema Informativo Nazionale degli APE (SIAPE) e la predisposizione di progetti di ampio respiro di riqualificazione energetica degli edifici integrati a livello settoriale (scuole, social housing, edifici storici...) o a livello urbano (interi quartieri) in grado di aggregare adeguate fonti di finanziamento e di incrementare il coinvolgimento di capitale privato.  


Stampa