Elettrodomestici e apparecchi elettronici

dettaglio etichetta energeticaSe devi acquistare un nuovo  elettrodomestico è bene scegliere il modello a più alta efficienza, controllando i consumi riportati sull’Etichetta Energetica.

Anche se gli elettrodomestici più efficienti costano di più, i consumi sono molto inferiori a quelli dei vecchi modelli e l’investimento rientra in poco tempo di utilizzo.

Considera che la sostituzione di un elettrodomestico acquistato 10 anni fa con uno nuovo di classe A+++ fa ridurre i consumi elettrici del 50%.

La tabella che segue ti aiuterà a quantificare i risparmi ottenibili sostituendo vecchi elettrodomestici con nuovi di classe A+.

Elettrodomestico Riduzione dei consumi
Frigo Congelatore 60%
Lavabiancheria 5 kg di carico (per Ciclo Lavaggio) 45%
Lavastoviglie 12 coperti (per Ciclo Lavaggio) 50%
Condizionatori portatili 25%

ALCUNI CONSIGLI

RIDUCI LA TEMPERATURA DEL FRIGORIFERO

La temperatura raccomandata per il frigorifero è tra 1 e 4°C e per il congelatore è -18°C. Per ogni grado al di sotto di queste temperature il consumo aumenterà del 5%.
Non tenere la porta aperta troppo a lungo, i consumi aumentano vertiginosamente.
Ricordati di sbrinalo regolarmente pulendo anche le serpentine.
Non introdurre mai cibi caldi e non riempirlo troppo.

Se devi acquistare un nuovo televisore

Se devi acquistare un nuovo televisore

Leggi l’etichetta energetica che lo accompagna. Ti aiuterà a valutarne i consumi.

La sostituzione di un elettrodomestico acquistato 10 anni fa con uno nuovo di classe A+++ fa ridurre i consumi del 50%.

accensione

Per ridurre i consumi di televisione, videoregistratore, e lettori cd  basta spegnerli usando il pulsante principale dell’apparecchio.

Taglierai i consumi di elettricità dal 5 al 10%, perché un apparecchio lasciato in standby, con la lucina  rossa accesa, consuma elettricità.

RICORDA

Il maggior quantitativo di energia consumata in una abitazione è dato dagli  apparecchi lasciati in stand-by.

Ad esempio, un televisore acceso per tre ore al giorno, lasciato in modalità stand by durante le rimanenti 21 ore, consuma circa il 40% dell’energia necessaria al suo funzionamento.


Stampa