Conto Termico

Il conto termico è uno strumento di incentivazione introdotto dal Decreto Ministeriale del 28 dicembre 2012 indirizzato alla Pubblica Amministrazione e a Soggetti privati.

Entrambi possono delegare a terzi (ESCO) la gestione della pratica amministrativa.

L’incentivo è un contributo fino al 40% delle spese sostenute per due categorie di interventi:

  • interventi di incremento dell’efficienza energetica dell’involucro di edifici esistenti
  • sostituzione di impianti esistenti per la climatizzazione invernale con impianti a più alta efficienza e la sostituzione o, in alcuni casi, la nuova installazione di impianti alimentati a fonti rinnovabili Il nuovo decreto introduce anche incentivi specifici per la Diagnosi Energetica e la Certificazione Energetica, se abbinate agli interventi sopra citati.

Le Amministrazioni pubbliche possono richiedere l’incentivo per entrambe le categorie di interventi.

I soggetti privati possono accedere agli incentivi solo per gli interventi relativi a impianti per la produzione di energia termica.

Il meccanismo è gestito dal Gestore dei Servizi Energetici – GSE S.p.A.

L’ENEA collabora con il GSE alla gestione del sistema di incentivazione e organizza corsi di formazione. 


Stampa