Coibentazione strutture

VADEMECUM

VADEMECUM

COIBENTAZIONE STRUTTURE VERTICALI E ORIZZONTALI
ultimo aggiornamento: 09.05.2019

INTERVENTI SULLE STRUTTURE OPACHE VERTICALI E ORIZZONTALI (COPERTURE E PAVIMENTI), DELIMITANTI IL VOLUME RISCALDATO VERSO L’ESTERNO, VERSO VANI NON RISCALDATI E CONTRO TERRA CHE RISPETTINO I REQUISITI DI TRASMITTANZA TERMICA U (W/m2K) RIPORTATI IN TABELLA 2 del D.M. 26 gennaio 2010

CHI PUÒ ACCEDERE:

tutti i contribuenti che:

  • sostengono le spese di riqualificazione energetica;-
  • posseggono un diritto reale sulle unità immobiliari costituenti l’edificio;

In luogo delle detrazioni i beneficiari possono optare per la cessione del corrispondente credito(1)

PER QUALI EDIFICI:

alla data della richiesta di detrazione, devono essere “esistenti” ossia accatastati o con richiesta di accatastamento in corso e in regola con il pagamento di eventuali tributi;-devono essere dotati di impianto termico, come definito dalla nostra FAQ di natura tecnica n.9.D

ENTITA’ DEL BENEFICIO:

è possibile detrarre il 65% delle spese totali sostenute;

il limite massimo di detrazione ammissibile è di 60.000 € per unità immobiliare(2)

REQUISITI DELL’INTERVENTO

REQUISITI TECNICI SPECIFICI DELL'INTERVENTO:

  • deve configurarsi come coibentazione di strutture già esistenti (e non come nuova realizzazione in ampliamento);
  • deve delimitare un volume riscaldato verso l’esterno, verso vani non riscaldati o contro terra;
  • i valori di trasmittanza termica finali (U) devono essere inferiori o uguali ai valori riportati nella tabella 2 del D.M. 26 gennaio 2010;
  • devono essere rispettate le leggi e le normative nazionali e locali in tema di efficienza energetica.

SPESE AMMISSIBILI:

  • fornitura e posa in opera di materiale coibente;
  • fornitura e posa in opera di materiali ordinari;
  • demolizione e ricostruzione dell’elemento costruttivo;
  • opere provvisionali e accessorie;
  • spese per le prestazioni professionali necessarie alla realizzazione degli interventi nonché delladocumentazione tecnica necessaria, compresa la redazione dell’APE

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

DOCUMENTAZIONE DA TRASMETTERE ALL’ENEA

“Scheda descrittiva dell'intervento”, trasmessa esclusivamente attraverso l’apposito sito web relativoall’anno in cui sono terminati i lavori (https://detrazionifiscali.enea.it/), entro i 90 giorni successivi alla finedei lavori, come da collaudo delle opere(3), compilata e firmata da un tecnico abilitato.

DOCUMENTAZIONE DA CONSERVARE A CURA DEL CLIENTE

Di tipo tecnico:

  • asseverazione redatta da un tecnico abilitato(4), che deve attestare il rispetto dei requisiti tecnici di cui sopra

e inoltre:

  • copia della relazione tecnica, di cui all’art. 8 comma 1 del D.lgs. 192/05 e s.m.i. o provvedimento regionale equivalente;
  • Attestato di Prestazione Energetica (A.P.E.) di ogni singola unità immobiliare per cui si richiedono le detrazioni;
  • originale della documentazione inviata all’ENEA debitamente firmata;
  • schede tecniche dei material i e dei componenti ;

Di tipo amministrativo:

  • fatture relative alle spese sostenute;
  • ricevuta del bonifico bancario o postale, che rechi chiaramente come causale il riferimento alla legge finanziaria 2007, il numero e la data della fattura, il codice fiscale del richiedente la detrazione o il numero di partita IVA e il numero di partita Iva o il codice fiscale del soggetto beneficiario;
  • ricevuta dell’invio effettuato all’ENEA (codice CPID), che costituisce garanzia che la documentazioneè stata trasmessa

 


Stampa