Dipartimento Unità per l'Efficienza Energetica
Agrenzia Nazionale Efficienza Energetica

Riqualificazione energetica: tavola rotonda sugli Sportelli Unici e sulle azioni per l’energia e clima nei territori

Nell’ambito del progetto EU Peers e del programma EUCF- European City Facility

“In vista di obiettivi sempre più sfidanti relativi all’orizzonte temporale 2030-2050 è nostro compito rispondere alle istanze dei territori sia attraverso la promozione di strumenti come gli one stop shop sia attraverso la formazione e lo sviluppo di nuove competenze”. È quanto ha dichiarato Alessandro Federici, responsabile della Divisione Strumenti, Analisi e Iniziative per le Politiche di efficienza energetica dell’ENEA, introducendo i lavori della Tavola rotonda per l’implementazione di azioni su energia e clima dei territori.

L’incontro, tenutosi il 24 maggio a Roma presso la Sede ENEA è stato svolto in sinergia tra il progetto LIFE EU Peers, che vede impegnati per l’Italia l’ENEA e Regione Piemonte, e il programma European City Facility (EUCF)

EU Peers è finalizzato alla costituzione della prima comunità italiana di servizi integrati per la ristrutturazione energetica degli edifici residenziali IHRS (Integrated Home Renovation Services), detti anche One-Stop Shop (OSS) o Sportelli Unici.

EUCF è un’iniziativa finanziata con fondi HORIZON 2020 con l’obiettivo di supportare a livello tecnico e finanziario le municipalità europee a elaborare e attuare i loro piani d'azione per il clima e l'energia attraverso un innovativo strumento di finanziamento.

Affrontando il tema della centralità di Regioni, Città e Comuni per il raggiungimento degli obiettivi del Green Deal, Michele Sansone di CINEA (Agenzia esecutiva europea per il clima, l’infrastruttura e l’ambiente) ha sottolineato come il bando promosso da European City Facility abbia selezionato oltre 200 città UE a cui fornire assistenza tecnica, passando dalla pianificazione all’azione energetica, per includere la possibilità di abbinare anche investimenti privati.

Francesca Hugony, referente ENEA di EU Peers, ha presentato obiettivi e finalità del progetto, soffermandosi in particolare sulla necessità di costituire una “comunità di pratica” di sportelli unici che riunisca quelli esistenti, emergenti e i soggetti sostenitori. “Obiettivo è fornire gli strumenti e il supporto tecnico per il loro sviluppo sul territorio e per ampliare il numero di Sportelli Unici sul territorio nazionale, in grado di sostenere i cittadini a realizzare riqualificazioni energetiche delle proprie abitazioni”.

Rilevando le criticità che ostacolano questo traguardo, come lo scarso numero di sportelli unici in UE, la difficoltà nel fare massa e la loro scarsa visibilità, la ricercatrice ha evidenziato come EU Peers intenda mostrare e condividere i risultati degli sportelli unici e condividerli per superare le barriere esistenti. “A tale scopo è importante lo scambio di informazioni e di esperienze sul campo per arrivare ad un percorso definito e per promuovere un quadro di riferimento legislativo appropriato”. In chiusura del suo intervento Hugony ha annunciato che il lancio ufficiale delle piattaforme nazionali di EU Peers avrà luogo a Bruxelles il prossimo 11 giugno, nell’ambito della Settimana Europea dell’Energia.

A seguire, la ricercatrice ENEA Patrizia Pistochini ha spiegato le modalità attraverso le quali gli Sportelli Unici possano aderire alla comunità di Pratica di EU Peers. Il vantaggio è quello di poter promuovere le proprie attività e replicare le buone pratiche messe in atto dagli sportelli esistenti, a partire dalle iniziative per la formazione e per il tutoraggio, ma anche dalla realizzazione di workshop, tool e dalla messa a punto di un archivio per la condivisione delle esperienze. Le modalità per aderire alla comunità nazionale saranno online nei prossimi giorni.

Silvio De Nigris di Regione Piemonte, ha sottolineato come sia importante dare avvio agli sportelli unici per la riqualificazione energetica degli edifici per fornire supporto ai cittadini e ai condomini. Ha spiegato come tali sportelli unici rappresentino uno degli strumenti principali previsti dalle Direttive Europee per accelerare il processo di decarbonizzazione del comparto edilizio ed è essenziale che gli stessi lavorino per il mercato insieme a stakeholder, quali, ad esempio, imprese, associazioni di professionisti e ordini professionali.

A seguire gli interventi di Maurizio Zara (Alleanza per il Clima Italia) sulle modalità per sbloccare il potenziale dei Comuni per implementare i piani climatici, di Marina Trentin (Ambiente Italia) sul progetto europeo CLIMATEFIT, dedicato al superamento delle barriere al finanziamento che frenano la PA locale nello sviluppo di azioni per l’adattamento ai cambiamenti climatici edi Francesca Gaburro (AESS),intervenuta sugli esiti dell’incontro dell’European City Facility (EUCF) tenutosi a Bologna lo scorso 14 maggio.

Nel corso della tavola rotonda, coordinata da Dora Biondani (Climate Alliance) sono intervenuti rappresentanti di Enti Locali che hanno raccontato le loro esperienze, evidenziando barriere, criticità e soluzioni, nell’implementazione e lo sviluppo delle azioni (Piani Climatici e Sportelli Unici). La discussione si è aperta con l’intervento di Luigi Acquaviva, esperto EUCF, mentre ha chiuso i lavori Anna Amato (ENEA).

I partecipanti hanno manifestato la volontà di proseguire a lavorare insieme perampliare la rete utile allo scambio di buone pratiche, alla condivisione di strumenti e servizi, in una discussione attiva e partecipativa tra stakeholder, enti ed istituzioni a diversi livelli di governace, in cui possano emergere peculiarità dei territori, al fine del raggiungimento comune degli ambiziosi obiettivi di decarbonizzazione.

Nel corso dell’incontro è stato anticipato che l’ENEA, in veste di Agenzia Nazionale per l’Efficienza Energetica e di coordinatore del Patto dei Sindaci, intende dedicare al tema dei PAESC la Summer School Roberto Moneta 2024 che avrà luogo a settembre nell’ambito del Programma di Formazione e Informazione Italia in Classe A.

 

Un'immagine della tavola rotonda sugli sportelli unici svoltasi nell'ambito del progetto EU Peers e del programma EUCF

 

Il Dipartimento Unità Efficienza Energetica (DUEE) svolge il ruolo di "Agenzia Nazionale per l'Efficienza Energetica" assegnato a ENEA dal D.lgs. n. 115/2008 e intende essere il riferimento nazionale in tema di efficienza energetica nei confronti della Pubblica Amministrazione (centrale e locale), dei cittadini, delle imprese e più in generale del territorio, rendendo disponibili metodologie e soluzioni innovative nonché svolgendo attività di supporto tecnico-scientifico per l’uso efficiente dell’energia, la riduzione dei consumi energetici e l’ottimizzazione dei processi, con forte attenzione alla qualità e alla responsabilità sociale delle scelte operate.

Image
feedback