Regione Abruzzo: l’11 giugno workshop online "Verso il Piano d'Azione Regionale per gli acquisti pubblici verdi GPP: Un approccio strategico per una crescita sostenibile e innovativa nelle Smart City"?

Il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare nell’ambito del progetto CReIAMO PA (Competenze e Reti per l’Integrazione Ambientale e per il Miglioramento delle Organizzazioni della PA) lo scorso 11 giugno, con la collaborazione della Regione Abruzzo,  Servizio Politica Energetica, ha organizzato il Workshop "Verso il Piano d'Azione Regionale per gli acquisti pubblici verdi GPP - Un approccio strategico per una crescita sostenibile e innovativa nelle Smart City". L'iniziativa - realizzata in vista della redazione del Piano d’Azione Regionale per gli acquisti pubblici verdi - si è tenuta in videoconferenza. 

Intento della Regione Abruzzo è stato quello di mettere in evidenza il lavoro svolto sul ruolo assunto dagli appalti pubblici nelle politiche per l’Economia Circolare e per la realizzazione degli obiettivi della Strategia Europea 2020.

Durante il Workshop è emersa la proposta di creare un tavolo tecnico con la presenza dei diversi Servizi regionali interessati, come primo momento di confronto per la realizzazione del Piano di realizzazione per lo sviluppo sostenibile degli appalti pubblici Green Public Procurement (GPP) ovvero acquisti verdi nella PA.

Sono intervenuti al Workshop, alcuni referenti delle Direzioni Regionali, Politecnico di Milano, Esperto di Green Public Procurement (GPP), Direttore di Fondazione Ecosistemi, Regione Veneto dell’Area Tutela e Sviluppo del territorio, Direttore ARTA (Agenzia Regionale per la Tutela dell’Ambiente) ed altri Enti Locali. ENEA ha partecipato come stakeholder interessato all’iniziativa.

Nel Workshop si è sviluppato uno scambio di buone pratiche, con focus sulle azioni svolte dalla Regione Veneto per la predisposizione del Piano d’Azione Regionale, che hanno assicurato importanti risultati.

Nel percorso da avviare gli obiettivi del Piano della Regione Abruzzo saranno raggiunti con strumenti di formazione e informazione, collaborazione, monitoraggio, idee, competenze, comunicazione, sensibilizzazione e supporto. Il Piano s’impegnerà istituzionalmente a ottenere beni e servizi a ridotto impatto ambientale. Saranno predisposte, fra l’altro, Linee Guida Regionali, una Cabina di Regia, Accordi di Programma, tavoli tematici. Il Piano, non si limiterà a dare indicazioni al sistema regionale ma promuoverà azioni anche presso altre pubbliche amministrazioni locali (es. Comuni).


Stampa