Dipartimento Unità per l'Efficienza Energetica
Agrenzia Nazionale Efficienza Energetica

Rapporto IEA: 2022 anno di svolta per l’efficienza energetica a livello globale

Il report guarda al Superbonus come ad uno dei piani di riqualificazione energetica più ambiziosi a livello internazionale

Gli investimenti globali nell'efficienza energetica, come la ristrutturazione degli edifici, i trasporti pubblici e le infrastrutture per le auto elettriche, hanno raggiunto i 560 miliardi di dollari nel 2022, in crescita del 16% sul 2021. E i primi dati evidenziano che quest'anno l'economia globale ha utilizzato l'energia in modo più efficiente del 2% rispetto al 2021: un tasso di miglioramento quasi quattro volte superiore a quello del biennio precedente e quasi doppio rispetto agli ultimi cinque anni. E se questo trend si confermasse anche nei prossimi anni, il 2022 potrebbe segnare un punto di svolta fondamentale per l’efficienza energetica. 

E’ quanto emerge dal rapporto dell’Agenzia Internazionale dell’Energia (IEA) “Energy Efficiency 2022” che, tra i piani più ambiziosi a livello internazionale indica il Superbonus. La misura, che al 31 ottobre 2022 ha offerto crediti d'imposta per oltre 55 miliardi di dollari, è stata avviata con l’obiettivo di aumentare di due classi le prestazioni energetiche dell’edificio. La IEA sottolinea come quello italiano sia il più ampio programma di sostegno finanziario alle riqualificazioni nell’Unione Europea e viene citato assieme all'Inflation Reduction Act degli Stati Uniti, al piano REPowerEU dell'Unione Europea e al programma Green Transformation (GX) del Giappone, i quali prevedono spese di centinaia di miliardi di dollari per edifici, automobili e industrie più efficienti. Il Superbonus viene indicato anche come una delle misure che vanno nella direzione di aiutare i consumatori a superare i costi iniziali delle nuove pompe di calore.

Il report mette in luce come la chiave dell’accelerazione dell’efficienza energetica vada ricercata nella crisi energetica globale seguita all’invasione russa dell’Ucraina e al conseguente aumento record dei prezzi per le economie di tutto il mondo alla quale i Governi hanno risposto con il lancio di politiche rilevanti, impegni di spesa e campagne pubbliche. Tuttavia l’Agenzia, avverte che per il raggiungimento degli obiettivi globali, è necessario investire molto di più in efficienza energetica nelle economie emergenti e in via di sviluppo. 

Il cambio di passo fa seguito a due anni molto negativi in quest’ambito come il 2020 e il 2021, segnati dalla crisi del Covid-19, con i tassi di crescita dell’efficienza energetica a livello globale scesi fino a toccare lo 0,5%. Il progresso era già rallentato prima dell'inizio della pandemia, con il tasso globale di miglioramento dell’efficienza energetica che è sceso all'1,3% nella seconda metà dello scorso decennio. 

"Gli shock petroliferi degli anni '70 hanno portato a una massiccia spinta da parte dei governi sull'efficienza energetica, con conseguenti miglioramenti sostanziali nell'efficienza energetica di automobili, elettrodomestici ed edifici", ha dichiarato il direttore esecutivo IEA, Fatih Birol. “In mezzo alla crisi energetica di oggi, stiamo vedendo segnali che l'efficienza energetica è ancora una volta la priorità. L'efficienza energetica è essenziale per affrontare la crisi odierna, con il suo enorme potenziale per aiutare ad affrontare le sfide dell'accessibilità energetica, della sicurezza energetica e del cambiamento climatico”.

Per quanto riguarda lo scenario italiano, l’ENEA con il Rapporto annuale sulle detrazioni fiscali fa il punto sugli investimenti attivati per effetto dei meccanismi incentivanti, sul risparmio energetico ottenuto e sul mercato italiano delle tecnologie incentivate. Il Rapporto Annuale sull’efficienza energetica presenta un’analisi delle politiche e degli strumenti attuati per migliorare l’efficienza negli usi finali, anche in un’ottica di contrasto alla povertà energetica. Il Rapporto annuale sulla Certificazione Energetica degli Edifici fotografa l’evoluzione delle prestazioni energetiche del parco edilizio nazionale, attraverso l’analisi di circa un milione e trecentomila Attestati di Prestazione Energetica (APE) trasferiti dai catasti energetici di 17 Regioni e 2 Province Autonome nel Sistema Informativo sugli Attestati di Prestazione Energetica nazionale (SIAPE).

La nota IEA

Per scaricare il Rapporto IEA

Le detrazioni fiscali per l’efficienza energetica e l’utilizzo delle fonti rinnovabili di energia negli edifici esistenti - Rapporto Annuale 2022

Rapporto Annuale sull'efficienza energetica 2022

Rapporto Annuale sulla Certificazione Energetica degli Edifici 2022

Il Dipartimento Unità Efficienza Energetica svolge il ruolo di Agenzia Nazionale per l’Efficienza Energetica assegnato ad ENEA ed intende essere il riferimento nazionale in tema di efficienza energetica nei confronti della pubblica amministrazione, dei cittadini, delle imprese e del territorio, rendendo disponibili metodologie e soluzioni innovative e attività di supporto tecnico-scientifico per l’uso efficiente dell’energia, la riduzione dei consumi energetici e l’ottimizzazione dei processi, con forte attenzione alla qualità e alla responsabilità sociale

Image
feedback