Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto per l’attribuzione di risorse a favore d’interventi di efficientamento energetici e manutenzione nelle scuole

È stato pubblicato, nella Gazzetta Ufficiale del 9 febbraio 2021, a firma congiunta dei Ministri Azzolina (Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca - MIUR) e Gualtieri (Ministero dell’Economia e Finanza - MEF), il decreto che ripartisce le risorse assegnate a province, città metropolitane ed enti di decentramento regionale per iniziative di efficientamento energetico e manutenzione straordinaria negli edifici scolastici di competenza. La misura, il cui budget complessivo ammonta a 855 milioni di euro, è ripartita sulla base dei criteri definiti dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 7 luglio 2020, secondo:
• Numero degli studenti delle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado presenti in ciascuna provincia, città metropolitana ed ente di decentramento regionale;
• Numero edifici pubblici adibiti a uso scolastico presenti nelle province, città metropolitane ed enti di decentramento regionale.
Gli enti devono sottoporre i propri progetti al MIUR entro trenta giorni dall’adozione del decreto. Gli stessi saranno valutati prioritariamente a seconda che siano:
• Interventi nell'ambito della programmazione unica triennale nazionale 2018-2020;
• Interventi resisi necessari a seguito di verifiche di vulnerabilità sismica già espletate sugli edifici ricadenti nelle zone sismiche 1 e 2;
• Interventi resisi necessari a seguito delle indagini diagnostiche su solai e controsoffitti;
• Ulteriori interventi urgenti per garantire l’agibilità delle scuole e il diritto allo studio in ambienti sicuri.
La trasmissione delle proposte avverrà tramite apposito applicativo reso disponibile dal MIUR.
Gli interventi prescelti vengono individuati dal MIUR con un apposito decreto che ne definisce termini di aggiudicazione, modalità di rendicontazione e di monitoraggio.
Un successivo decreto del MIUR potrà eventualmente ripartire maggiori risorse stanziate per le annualità dal 2021 al 2024 dall'art. 48, comma 1, del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104.


Stampa