Progetto europeo EEPLIANT3 per il rispetto della normativa in materia di etichettatura ed ecodesign dei prodotti elettrici: on line la newsletter di novembre 2020

Obiettivo del progetto europeo EEPLIANT3 (Energy Efficiency Compliant Products 3) – partito a giugno 2019 e che si concluderà nel 2023 - è garantire che i prodotti elettrici introdotti sul mercato rispettino la normativa in materia di etichettatura ed ecodesign in modo da ottenere un maggiore risparmio energetico, tutelare i consumatori e rafforzare la loro fiducia nelle politiche Ue sull’efficienza energetica.
EEPLIANT3 rappresenta la più grande azione concertata di sorveglianza del mercato sull’efficienza dei prodotti mai finanziata dall’UE e coinvolge 29 partner provenienti da 20 Stati membri dell'UE e dalla Turchia. Per l’Italia partecipano ENEA e Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi. Responsabile per ENEA è la ricercatrice Milena Presutto del Dipartimento Unità Efficienza Energetica.
Diciotto mesi dopo il lancio di EEPLIANT3 e mentre si sta ancora attraversando l’emergenza COVID-19, è ora on line, in edizione provvisoria, la Newsletter (novembre 2020) del progetto che fornisce un aggiornamento sulla roadmap e sulle principali attività intraprese. In particolare la newsletter fornisce una panoramica sulle verifiche di conformità alla progettazione ecocompatibile e all'etichettatura energetica in corso sui prodotti elettrici venduti nel mercato unico europeo. Sono interessati sei settori di prodotto: condizionatori d'aria e ventilatori, asciugabiancheria per uso domestico, scaldabagni e serbatoi di acqua calda, unità di ventilazione, prodotti per l'illuminazione e riscaldatori di ambiente. Le ultime due attività inizieranno nel 2021.
Punto di forza di EEPLIANT3 è non solo la promozione di procedure di ispezione condivise a livello di UE e programmi di campionamento e analisi congiunti, ma anche per le autorità nazionali la possibilità di affrontare le sfide della sorveglianza del mercato di pari passo con le principali parti interessate di ciascun settore: è dunque previsto il coinvolgimento dei gruppi di lavoro ADCO Etichettatura ed Ecodesign e delle associazioni dei produttori e dei consumatori.

Per maggiori informazioni:
Milena Presutto, ENEA - Dipartimento Unità Efficienza Energetica


Stampa