Povertà energetica, Eurostat pubblica i dati dei paesi membri UE

Secondo un sondaggio del 2019, pubblicato da Eurostat, il 6,9% della popolazione dell'UE dichiara di non potersi permettere di riscaldare sufficientemente la propria casa. Questa quota ha raggiunto il picco nel 2012 (10,8%) decrescendo costantemente negli anni successivi.

La situazione nei paesi membri è variegata. La quota maggiore di persone che hanno affermato di non potersi permettere di mantenere la propria casa adeguatamente calda è stata registrata in Bulgaria (30,1%), seguita da Lituania (26,7%), Cipro (21,0%), Portogallo (18,9%), Grecia (17,9%). %) e la nostra Italia (11,1%). Al contrario, le quote più basse (circa il 2%) sono state registrate in Finlandia, Austria, Svezia, Slovenia, Lussemburgo, Estonia e Germania.


Stampa