Dipartimento Unità per l'Efficienza Energetica
Agrenzia Nazionale Efficienza Energetica

Il CESE approva proposta aggiornamento direttiva su prestazione energetica nell'edilizia

Una strategia europea che adotti misure concrete come l’introduzione di norme minime di prestazione energetica che coinvolgano soprattutto gli edifici residenziali meno efficienti; il rafforzamento dei requisiti in termini di affidabilità e utilizzabilità degli attestati di prestazione energetica (APE); la creazione entro il 2024 di un passaporto di ristrutturazione degli edifici che consenta ai consumatori di accedere più agevolmente alle informazioni relative ai propri immobili e di ottenere costi più bassi per le ristrutturazioni.
Sono alcune delle azioni più importanti evidenziate nella nota con il quale il Comitato economico e sociale europeo (CESE) approva e sostiene la proposta di aggiornamento della direttiva sulla prestazione energetica nell'edilizia formulata dalla Commissione europea a dicembre 2021, con l’obiettivo di rispondere alle sfide del Green Deal europeo e raggiungere la neutralità climatica entro il 2050.
Si tratta di azioni auspicabili anche alla luce della forte spinta al rialzo dei prezzi dell’energia, causata dall’invasione russa dell’Ucraina, che ha aumentato la necessità di una strategia di contrasto alla povertà energetica che passi attraverso “misure concrete a lungo termine per migliorare l'efficienza energetica degli edifici, compresa la rimozione sicura dell'amianto” spiega il CESE nella nota sottolineando che “ciò è tanto più urgente in quanto il riscaldamento e il raffrescamento basati sui combustibili fossili diventeranno più costosi con l'aumento dei prezzi delle quote del sistema di scambio di quote di emissione dell'UE (EU ETS)”.
Il CESE, con sede a Bruxelles, è un organo consultivo dell'Unione Europea formato da rappresentanti delle organizzazioni dei lavoratori e dei datori di lavoro e di altri gruppi d’interesse. Elabora pareri su questioni riguardanti l'UE e li trasmette alla Commissione europea, al Consiglio dell'UE e al Parlamento europeo.

Il Dipartimento Unità Efficienza Energetica svolge il ruolo di Agenzia Nazionale per l’Efficienza Energetica assegnato ad ENEA ed intende essere il riferimento nazionale in tema di efficienza energetica nei confronti della pubblica amministrazione, dei cittadini, delle imprese e del territorio, rendendo disponibili metodologie e soluzioni innovative e attività di supporto tecnico-scientifico per l’uso efficiente dell’energia, la riduzione dei consumi energetici e l’ottimizzazione dei processi, con forte attenzione alla qualità e alla responsabilità sociale

Image
feedback