Dipartimento Unità per l'Efficienza Energetica
Agrenzia Nazionale Efficienza Energetica

Green Salina Energy Days 2022: “Accelerare la transizione energetica nelle isole minori”

Si è svolta a Salina dall’8 all’11 settembre la quinta edizione della manifestazione “Green Salina Energy Days”, la tre giorni dedicata alla transizione energetica delle isole minori, organizzata da Francesco Cappello, ex Capo Laboratorio Regioni Area Meridionale dell’ENEA, Filippo Martines, energy manager dei Comuni dei Salina, dall’Associazione degli Albergatori “Salina Isola Verde” e dall’associazione culturale “Didime ‘90” con il patrocinio e la sponsorizzazione di ENEA, Dipartimento Regionale dell’Energia, ENEL SpA, dei Comuni di Leni, Malfa e Santa Marina Salina, consorzio europeo NESOI, ed è stata inserita tra le iniziative di “Italia in Classe A”.

La manifestazione ha visto la partecipazione di rappresentanti di istituzioni, industria e associazioni che hanno  presentato idee e proposte per l’avanzamento della transizione energetica dell’isola di Salina che dal 2019 figura tra le prime sei “Isole Pilota della UE” per la transizione energetica e la sostenibilità ambientale, il programma attraverso il quale il Segretariato Europeo “Clean Energy for EU Islands” favorisce il percorso delle piccole isole verso l’autosufficienza energetica e la sostenibilità ambientale e sociale. La candidatura di Salina è stata sostenuta dal Dipartimento Energia della Regione assieme all’ENEA e ad altri enti e istituzioni tra cui l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, i Comuni di Leni, Malfa e Santa Marina Salina, l’associazione degli albergatori "Salina Isola verde".

L’energia è stata al centro della manifestazione, ma il confronto ha toccato ampiamente anche temi connessi quali energie verdi, la mobilità sostenibile, i rifiuti, la risorsa idrica e la resilienza del delicato sistema isolano di fronte a sfide come la crisi energetica, acuita dalla guerra in Ucraina, e l’emergenza COVID-19.

La tre giorni di incontri e tavole rotonde è stata inaugurata da Ilaria Bertini, Direttrice del Dipartimento Unità per l’Efficienza Energetica dell’ENEA, che è intervenuta sul Piano nazionale di contenimento dei consumi di gas naturale presentato dal Ministero della Transizione Ecologica e ha annunciato il lancio della nuova edizione del Programma Nazionale di Informazione e Formazione sull’Efficienza Energetica “Italia in Classe A”, realizzato da ENEA e promosso e finanziato dal MiTE.

Tema chiave della tavola rotonda che ha aperto i lavori, coordinata da Francesco Cappello già responsabile del Laboratorio Regioni meridionali dell’ENEA, le misure adottate dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) per la transizione energetica delle isole minori italiane. Tra i relatori Alessia Rotta, Presidente della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati, Renzo Tomellini, Capo della Segreteria Tecnica del Ministro della Transizione Ecologica e Annalidia Pansini, policy advisor della Direzione Generale per il Clima, l’Energia e l’Aria, del Ministero della Transizione Ecologica hanno fatto il punto sulle criticità che coinvolgono le isole minori sui processi autorizzativi degli impianti a fonte rinnovabile, sulle misure adottate dal governo per l’eliminazione dei sussidi alle fonti fossili e sul quadro delle azioni previste dal PNRR per le isole minori dal Programma Isole Verdi. 

La successiva tavola rotonda, coordinata da Antonio Martini, Dirigente Generale del Dipartimento Energia della Regione Siciliana, ha fatto il punto sui progetti regionali ed europei per le isole minori.Per la Regione Siciliana, il nuovo Programma Operativo del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (PO-FESR) 2021/27 prevede un investimento sull’energia di oltre 700 M€ che serviranno ad incentivare e finanziare le azioni previste dal Piano Energetico ed Ambientale Regionale (PEARS). Andrea Martinez (S.IN.LOC. S.p.A.) ha esposto i progetti che l’iniziativa europea NESOI ha finanziato sulle isole minori italiane e annunciato il prossimo lancio di una piattaforma di e-learning europea, contenente best practise e casi studio, esempi virtuosi della transizione energetica pulita. Enrico Giglio del Politecnico di Torino ha discusso il progetto europeo ISWEC che vede la realizzazione di un prototipo per lo sfruttamento dell’energia del moto ondoso Davide Astiaso Garcia dell’Università La Sapienza di Roma ha discusso del progetto GIFT, rivolto al potenziamento della rete elettrica, attraverso un processo di digitalizzazione.

La prima giornata è stata inoltre dedicata ai Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile ed il Clima (PAESC), con interventi di Domenico Santacolomba, dirigente del servizio Programmazione della Regione Siciliana, che ha tracciato il quadro dei PAESC prodotti dai Comuni siciliani, Giulia Melica, del Joint Research Centre, che ha trattato dello stato di avanzamento dell’iter di approvazione dei PAESC dei Comuni rappresentativi, Davide Cassanmagnago, responsabile a Bruxelles del Patto dei Sindaci, che si è soffermato sulle criticità dei PAESC, legate alla mancata concretizzazione delle misure previste nei PAESC per la lotta ai cambiamenti climatici. Maurizio Matera del Laboratorio Regioni Area Meridionale dell’ENEA ha illustrato le funzionalità della piattaforma ENEA sui PAESC, realizzata grazie al progetto Energia e Sostenibilità per la Pubblica Amministrazione (ES-PA). Vincenzo De Maio, responsabile Power Plant OCGT & Islands di ENEL, è intervenuto sulle soluzioni innovative per l’ottimizzazione delle reti elettriche sulle isole minori. Lo stesso ha descritto le attività di prova di alimentazione a biodiesel che il gruppo ENEL ha effettuato con buoni risultati sulla centrale elettrica di Malfa, prefigurando un possibile passaggio al biodiesel, come carburante meno inquinante, secondo quanto previsto dall’Agenda di Transizione Energetica dell’isola di Salina e nei PAESC dei tre Comuni dell’isola.

A seguire la tavola rotonda coordinata da Roberto Sannasardo, energy manager della Regione Siciliana, sul tema delle Comunità Energetiche Rinnovabili (CER), cui la Regione Siciliana sta puntando con forza grazie a un bando pubblico per il supporto finanziario alla costituzione di Comunità di Energie Rinnovabili e Solidali che ha visto la partecipazione di oltre il 90% dei Comuni siciliani. La Regione ha anche provveduto a pubblicare un bando per progetti innovativi sulle isole minori che si chiuderà il prossimo 27 settembre e per il quale si auspica un’elevata partecipazione di progetti rivolti alla transizione energetica delle isole minori siciliane. Angelo Tartaglia, del Politecnico di Torino, ha illustrato di alcuni casi studio di CER, costituite nel Pinerolese, evidenziando le difficoltà incontrate e i benefici per la comunità locale. Giuseppe Lo Verso di ENEL X ha spiegato gli aspetti legati all’aumento dei prezzi dell’energia e del gas e si è soffermato sugli studi condotti che evidenziano la possibilità di risolvere il problema energetico nelle isole minori tramite la fonte eolica, con le criticità legate agli aspetti autorizzativi che al momento ne impediscono lo sfruttamento in Sicilia. 

Nel corso della tavola rotonda dedicata agli incentivi per l’efficienza energetica in edilizia è intervenuto Domenico Prisinzano, capo laboratorio Supporto attività programmatiche per l’efficienza energetica dell’ENEA, che ha fatto il punto sulle pratiche all’ENEA riguardo agli incentivi fiscali. 

Durante l’incontro dedicato ai progetti presentati in ambito regionale sul bando NESOI, Daniele Enea del Laboratorio Regioni Area Meridionale dell’ENEA ha illustrato gli esiti del progetto “Development of a consistent key strategy of the Strait port system (DOCKS)”, che ha visto la definizione del Documento di Pianificazione Energetico ed Ambientale dell’Autorità di Sistema Portuale dello Stretto (DEASP). Il DEASP descrive una serie di azioni per la mitigazione dell’impatto ambientale della navigazione nei bacini gestiti dall’Autorità di Sistema Portuale dello Stretto: elettrificazione delle banchine portuali, transizione verso il GNL, efficientamento energetico delle infrastrutture portuali, installazione di impianti a fonte rinnovabile. Il documento è stato approvato proprio in questi giorni dall’Autorità di Sistema Portuale dello Stretto. 

Successivamente Enea ha descritto i contenuti del progetto “Solving the water emergency on the island of Salina (TWEETS)” che è stato finanziato dal secondo bando NESOI e le cui attività sono in fase di avvio. Il progetto vuole definire uno studio di fattibilità per risolvere il problema dell’acqua sull’isola di Salina, tramite la realizzazione di impianti di dissalazione e impianti a fonte rinnovabile. Gaetano Giunta, segretario generale della Fondazione di Comunità di Messina, ha descritto il progetto di riqualificazione energetica ed ambientale dell’area della baraccopoli di Messina. 

La seconda giornata della manifestazione si è aperta con una tavola rotonda coordinata da Filippo Martines sul tema dell’ambiente, dei piani paesaggistici e delle fonti rinnovabili.  Elisabetta Balzi, capo dell’unità Salute dei mari e degli oceani della Comunità Europea, ha illustrato la Missione Oceani, un’iniziativa comunitaria, con molteplici obiettivi: proteggere e ripristinare gli ecosistemi marini e d’acqua dolce, prevenire l’inquinamento dell’acqua e rendere l’economia blu a emissioni zero e circolare. La Comunità Europea ha stanziato oltre 500 M€ su questa iniziativa che vede anche la possibilità per le amministrazioni locali di aderire e supportare l’iniziativa europea, attraverso la sottoscrizione del Mission charter. Francesco Italiano, responsabile INGV Palermo, ha fatto il punto sugli studi condotti nell’arcipelago delle Eolie per valutare le possibilità di sfruttamento della risorsa geotermica a fini energetici, oltreché a fini termali. Le ultime indagini mostrano un’elevata potenzialità energetica che potrebbe contribuire all’autosufficienza energetica auspicata per il 2050. Carlo Tricoli, dell’associazione ambientalista Marevivo, ha focalizzato l’attenzione sulle azioni che impattano sulle acque marine, sottolineando l’importanza di una valutazione del principio “Do No Significant Harm (DNSH)”. Biagio Di Pietra, del laboratorio Soluzioni Energetiche Integrate dell’ENEA, ha illustrato le soluzioni innovative sviluppate dall’ENEA, in collaborazione con altri partner scientifici, per il contenimento dei consumi energetici delle famiglie, attraverso lo sfruttamento delle fonti rinnovabili. Gianluca Proto, responsabile del progetto “Economia Rinnovabile e Circolare (ERIC)” ha illustrato i casi studio di impianti fotovoltaici realizzati dal gruppo di acquisto condiviso cittadino ed istallati sui tetti di immobili a Salina, ideati e realizzati con una piena integrazione paesaggistica. L’obiettivo presentato è quello di realizzare entro il 2023, impianti fotovoltaici fino a 250 kW di potenza. 

Nella successiva tavola rotonda, incentrata sulla mobilità sostenibile, si sono alternati Lorenzo Matacena, amministratore delegato di Caronte & Tourist, che ha descritto lo stato della navigazione italiana, con riferimento al GNL, combustibile navale a ridotto impatto ambientale, e ha annunciato, a partire da aprile 2023, la messa in servizio della prima nave a GNL per le isole Eolie. Giancarlo Teresi, dirigente dell’Assessorato Regionale delle Infrastrutture, ha illustrato lo stato di avanzamento dei lavori di realizzazione del porto di Malfa, progettato sulla base di approfondite indagini per la salvaguardia degli habitat marini presenti. Mario Biscotto, presidente del Consorzio Intercomunale Trasporti Isola di Salina ha illustrato lo stato della mobilità sull’isola, annunciando il finanziamento per l’acquisto di mezzi elettrici da parte della Regione Siciliana.

Maura Liberatori, capo laboratorio Strumenti di Comunicazione per l’efficienza energetica dell’ENEA, ha annunciato il lancio della nuova campagna per la cultura del risparmio energetico “Italia in classe A” per il prossimo 29 settembre e sottolineato l’importanza della cultura del risparmio energetico presso le comunità locali. Mirella Fanti, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Isole Eolie, ha illustrato i contenuti del progetto “I delfini guardiani delle isole Eolie”, che ha promosso una serie di iniziative di informazione e attività sul campo, lungo le coste eoliane, per la salvaguardia e la protezione dell’ambiente marino, con il coinvolgimento diretto degli alunni. Lilly Mulè e Sina De Caro, docenti della scuola primaria Sant’Agostino di Sciacca, hanno illustrato le iniziative, realizzate in collaborazione con l’ENEA, dedicate a informare gli studenti sulle tecnologie energetiche sostenibili e sulla promozione di un uso consapevole delle risorse. Francesco Italiano ha mostrato il trailer di un documentario sull’energia geotermica sotto il mare delle Eolie, sottolineando l’elevato potenziale geotermico che con opportune tecnologie potrebbe essere sfruttato a fini energetici. Il sindaco di Leni, Giacomo Montecristo, ha concluso i lavori della manifestazione auspicando il rinnovarsi dei Green Salina Energy Days anche nei prossimi anni, come veicolo per la diffusione della cultura del risparmio energetico e della transizione energetica sostenibile per l’isola di Salina, come modello replicabile su altre isole minori siciliane.

Ha completato il quadro delle iniziative, un’esposizione di veicoli elettrici ed ibridi nella piazza di Santa Marina Salina, ed una gimkana di scooter elettrici organizzata da Assosport Tridente di Messina. Alla manifestazione espositiva hanno partecipato MERCEDES di F3 Motors di Messina e Reggio Calabria, con YOYO di XEV, già diffusa come city car in diverse città italiane, REGIS con i mezzi di lavoro Epico; gli scooter SUNRA, ASKOLL e SUPERSOCO; i monopattini a tre ruote TO.TEM; le bici elettriche per bambini di V2BIKE; ed il leader del noleggio a due ruote COOLTRA.

 

Per il comunicato stampa dell’Autorità di Sistema Portuale dello Stretto sul DEASP: https://adspstretto.it/wp-content/uploads/2022/09/COMUNICATO-STAMPA-DEASP.pdf

 

Per maggiori informazioni: 

Daniele Enea, Dipartimento Unità per l’Efficienza Energetica ENEA:

 

 

Salina2

Salina1

Salina Foto 3 

Il Dipartimento Unità Efficienza Energetica svolge il ruolo di Agenzia Nazionale per l’Efficienza Energetica assegnato ad ENEA ed intende essere il riferimento nazionale in tema di efficienza energetica nei confronti della pubblica amministrazione, dei cittadini, delle imprese e del territorio, rendendo disponibili metodologie e soluzioni innovative e attività di supporto tecnico-scientifico per l’uso efficiente dell’energia, la riduzione dei consumi energetici e l’ottimizzazione dei processi, con forte attenzione alla qualità e alla responsabilità sociale

Image
feedback