“Green Deal europeo": bando di gara per 1 miliardo di euro di investimenti per la transizione verde e digitale

La Commissione europea lo scorso 17 settembre ha indetto un bando di gara da 1 miliardo di euro per progetti di ricerca e innovazione che affrontino la crisi climatica e contribuiscano a proteggere gli ecosistemi e la biodiversità peculiari in Europa. Il bando "Green Deal europeo", finanziato da ORIZZONTE 2020 darà impulso alla ripresa europea dalla crisi del coronavirus trasformando le sfide sul fronte ambientale in opportunità di innovazione.
Il termine per la presentazione delle offerte è il 26 gennaio 2021. L'avvio dei progetti selezionati è previsto nell'autunno 2021.
I progetti finanziati con questo bando dovrebbero apportare benefici tangibili in dieci settori:
otto settori tematici che rispecchiano i principali filoni d'intervento del Green Deal europeo:
• accrescere l'ambizione in materia di clima – sfide transettoriali;
energia pulita, economica e sicura;
• industria per un'economia circolare e pulita;
edifici efficienti sotto il profilo energetico e delle risorse;
• mobilità sostenibile e intelligente;
• strategia "Dal produttore al consumatore";
• biodiversità ed ecosistemi;
• ambiente privo di sostanze tossiche e a inquinamento zero;
e due settori orizzontali – rafforzamento delle conoscenze e responsabilizzazione dei cittadini – che offrono una prospettiva più a lungo termine per realizzare le trasformazioni delineate nel Green Deal.
Mariya Gabriel, Commissaria responsabile per l'Innovazione, la ricerca, la cultura, l'istruzione e i giovani, ha dichiarato: “Questo bando da 1 miliardo di euro sarà l'ultimo nel quadro del Programma Orizzonte 2020, ma anche il più corposo. Si tratta di un investimento incentrato sull'innovazione che imprimerà un'accelerazione alla transizione giusta e sostenibile verso un'Europa a impatto climatico zero entro il 2050. Poiché in questa trasformazione sistemica non vogliamo lasciare indietro nessuno, siamo interessati ad azioni specifiche per interagire in modi nuovi con i cittadini e dare più rilievo agli aspetti sociali."


Stampa