Edifici efficienti: la Commissione Europea avvia una consultazione pubblica sulle misure per promuovere le ristrutturazioni edilizie nella UE

Il 12 giugno la Commissione Europea ha avviato una consultazione pubblica dedicata alle misure per aumentare le prestazioni energetiche degli edifici. Gli edifici sono responsabili del 40% del consumo energetico e del 36% delle emissioni di gas a effetto serra dell'UE. Un parco immobiliare più efficiente sotto il profilo energetico significa consumare meno energia e risparmiare denaro,  fa bene al pianeta e può dare un contributo significativo al Green Deal europeo.

L’iniziativa denominata “ondata di ristrutturazioni" è tra le priorità del piano per la ripresa economica recentemente presentato dalla Commissione, perché può creare molti posti di lavoro e mobilitare ingenti investimenti. Con questa consultazione la Commissione intende raccogliere i punti di vista di cittadini ed operatori del settore su come aumentare la percentuale e la qualità delle ristrutturazioni degli edifici mediante strumenti normativi, programmatici e finanziari. La consultazione resterà aperta fino al 9 luglio e i contributi raccolti confluiranno nelle proposte che la Commissione presenterà dopo l'estate.

Il Commissario per l'Energia Kadri Simson ha dichiarato: "Una casa confortevole e bollette energetiche contenute sono due priorità di ogni famiglia europea e desideriamo che tutti possano soddisfare queste esigenze. Vogliamo anche che gli edifici pubblici, come le scuole e gli ospedali, ma anche gli immobili commerciali, siano ristrutturati in modo da garantirne sia l'efficienza energetica che l'efficienza sotto il profilo dei costi. L’iniziativa “ondata di ristrutturazioni” creerà occupazione a livello locale e produrrà benefici economici in tutta Europa.”


Stampa