Commissione Europea. Nuovi finanziamenti per l’efficienza energetica nelle aree urbane

La Commissione europea ha assegnato nuovi finanziamenti all’iniziativa ELENA ("European Local Energy Assistance"). Lo strumento, supportato già a partire dal 2009 dalla Banca Europea per gli Investimenti (BEI) ha ricevuto dalla Commissione Europea un ulteriore finanziamento pari a 35 milioni di euro. Il budget complessivo sarà così suddiviso:
30 milioni per interventi rivolti all’energia sostenibile
5 milioni per progetti destinati al trasporto sostenibile.
Oltre agli incentivi della Commissione Europea, Il progetto ELENA dispone di un altro budget pari a 97 milioni di euro. Questo portafoglio - sia nell’ottica degli obiettivi del Green Deal europeo tesi a ridurre il fabbisogno energetico dell'UE del 32,5% entro il 2030, che di altre iniziativa di carattere europeo, come la cosiddetta Renovation Wave ("Ondata di ristrutturazioni") che mira a raddoppiare i tassi annuali di riqualificazione energetica negli edifici nei prossimi dieci anni - è già stato destinato a finanziare l’assistenza tecnica per rendere l'efficienza energetica più attraente per gli investitori privati.
L’obiettivo è incentivare gli investimenti in efficienza energetica tanto negli edifici quanto nelle reti di riscaldamento, nell'illuminazione stradale e nel trasporto urbano pulito. La BEI garantirà la selezione di progetti di alta qualità e presterà tutta la propria esperienza per la loro completa realizzazione.
I beneficiari dei finanziamenti di ELENA includono autorità governative centrali, regionali e locali, agenzie per l'energia e sportelli unici, banche e altri intermediari finanziari ed enti privati.
L’efficienza energetica è il principio guida della politica energetica dell’UE ed elemento centrale del Green Deal europeo”, ha commentato la commissaria europea per l’energia, Kadri Simson. “L’energia più pulita è l’energia che non utilizziamo. Oltre a essere “verdi”, gli investimenti in ristrutturazioni, riscaldamento, illuminazione e trasporti porteranno anche miglioramenti tangibili nella vita delle persone. La collaborazione con BEI ed ELENA garantisce che i migliori progetti coinvolgano i cittadini”.

 


Stampa