×

Attenzione

Direttiva EU e-Privacy

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti per il suo normale funzionamento, per elaborazioni statistiche e controllo di qualità, e per fornire le funzionalità di condivisione facoltativa sui social network. Si rende noto che se usi le funzioni che interagiscono con i social network, questi potrebbero tracciare la tua navigazione con i loro cookies. Per avere maggiori informazioni su tutti i cookie utilizzati e su come disabilitarli leggi l’informativa.

Visualizza l'informativa sulla privacy

Hai rifiutato l'utilizzo dei cookie. Questa decisione può essere annullata.

28 aprile 2020. I ministri dei governi europei si confrontano sul tema della sicurezza dell'approvvigionamento energetico durante la crisi COVID-19

I ministri dell’Energia dell'UE hanno tenuto una videoconferenza informale sull'impatto della pandemia di COVID-19, che ha riguardato anche le problematiche collegate alla capacità di una pronta e veloce risposta di recupero. Il settore energetico, ovviamente, dovrebbe svolgere un ruolo centrale nel piano di risanamento economico generale.

Questo è il momento giusto per riflettere su come il settore energetico può incrementare gli sforzi necessari al rilancio delle nostre economie. La transizione verso l'energia pulita e verso la crescita verde, oltre all’obbiettivo della neutralità climatica, possono rappresentare importanti opportunità di stimolo alla ripresa delle economie degli Stati membri. " Tomislav Ćorić, Ministro dell'ambiente e dell'energia della Repubblica Croata.

Inoltre, durante l’incontro, la Commissione europea ha aggiornato i ministri sullo stato di avanzamento dei piani nazionali per l'energia e il clima (PNIEC) e le strategie di rinnovamento a lungo termine.

Dopo la fine della riunione, la presidenza croata ha pubblicato un riassunto dei risultati.


Stampa