Dipartimento Unità per l'Efficienza Energetica
Agrenzia Nazionale Efficienza Energetica

School of Sustainability - Città metropolitana di Milano: il contributo dell’ENEA

Nell'ambito del processo di costruzione dell'Agenda Metropolitana Urbana per lo Sviluppo Sostenibile, Città metropolitana di Milano ha lanciato l’iniziativa School of Sustainability (SOS): un percorso di formazione continua attraverso la raccolta di brevi video interviste rivolte ai professionisti del settore sui temi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile del territorio metropolitano.
L’Agenda 2030 è un programma d’azione incentrato su quattro principi guida (integrazione, universalità, trasformazione e inclusione) e ingloba 17 Sustainable Development Goals (SDGs) per un totale di 169 ‘target’ o traguardi. Gli obiettivi si possono raggiungere attraverso la cooperazione e la collaborazione tra tutti i livelli delle amministrazioni pubbliche e del settore privato. L’Italia ha declinato l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile nella Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile (SNSvS), riferimento per le politiche settoriali e territoriali che prevede un coinvolgimento attivo di soggetti pubblici e privati.
L’iniziativa coinvolge anche le Pubbliche Amministrazioni su scala locale, come Città metropolitana di Milano che dal 2018 si è impegnata con il Ministero dell’Ambiente ora Ministero della Transizione Ecologica, a delineare la propria strategia di sviluppo sostenibile, definendo la governance interna all'ente e le relative azioni da mettere in atto entro il 2030. Tra le diverse attività è stata istituita la School of Sustainability.
Alla luce dell’Accordo di collaborazione tra CMM ed ENEA sottoscritto nel 2017 e rinnovato nel 2021, il laboratorio DUEE-SIST-NORD ha presentato due progetti legati al territorio che contribuiscono al raggiungimento degli SDGs:

1 - Servizio Unico DeciWatt 
Il progetto favorisce, nello specifico, il raggiungimento dei SDG 7 e 17, in quanto promuove gli interventi di efficienza energetica degli edifici tramite uno strumento innovativo che prevede il coinvolgimento di tutti i soggetti interessati sia pubblici e privati.
SDG7 - Assicurare a tutti l’accesso a sistemi di energia economici, affidabili, sostenibili e moderni
SDG17 - Rafforzare i mezzi di attuazione e rinnovare il partenariato mondiale per lo sviluppo sostenibile
Hanno partecipato al video intervista Marco Felisa, Direttore Settore Qualità dell'aria, rumore e energia di Città Metropolitana di Milano, Antonella Balasso, Responsabile Servizio Efficienza Energetica, e Francesca Hugony dell’Ufficio Territoriale della Lombardia di ENEA.

2 – Programma Patto dei Sindaci – Coordinamento Nazionale di ENEA 
Si tratta di un’iniziativa europea lanciata nel 2008 al fine di promuovere la pianificazione locale in linea con gli obiettivi europei di sostenibilità e vede una sua naturale adesione agli obiettivi internazionali di sviluppo sostenibile.
Con la visione lanciata dalla Commissione Europea nel 2021 “per un’Europa più equa e climaticamente neutra”, l’impegno volontario dei Comuni appare sempre più indirizzato verso lo sviluppo di politiche integrate e piani tesi all’inclusione, all’efficienza delle risorse, alla mitigazione e all’adattamento ai cambiamenti climatici.
Queste azioni rispondono al SDG 11 dell’Agenda e sono parte integrante dei PAESC, i Piani di Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima che i firmatari s’impegnano a presentare. L’attenzione al clima e alle misure di adattamento ai suoi cambiamenti che ha portato all’inclusione della tematica ambientale nei PAESC è in linea con il SDG 13 dell’Agenda.
La possibilità di presentazione di PAESC congiunti è stata scelta da più del 20% dei sottoscrittori ed è in costante crescita. Tale opzione è stata adottata soprattutto dai Comuni con popolazione inferiore a 30.000 abitanti (90% delle adesioni congiunte) per sopperire alla mancanza di risorse e di strumenti di pianificazione incentrati sulle questioni ambientali e per rendere più efficaci le misure di adattamento e mitigazione ai cambiamenti climatici.
L’obiettivo 17 viene invece sviluppato con l’estensione del Patto dei Sindaci a livello mondiale, attraverso lo scambio di esperienze e buone pratiche tra municipalità di quattro continenti: Europa, Americhe, Africa e Asia.
La presenza sul territorio di attori attivi o proattivi, come gli Uffici Territoriali di ENEA che oltre a fornire il supporto richiesto dai Comuni possono agire da cerniera tra le istanze locali e il livello nazionale, contribuisce a uno sviluppo territoriale omogeneo e coerente con gli obiettivi nazionali e internazionali.
ENEA, nel suo ruolo di Coordinatore nazionale del Patto dei Sindaci ha costituito, insieme a ISPRA e l’ufficio del Patto di Bruxelles, con il supporto di RENAEL una cabina di regia che coordina le attività e ne monitora i risultati. Nel 2021 sono stati realizzati due eventi: il primo allo scopo di presentare la strategia nazionale, gli obiettivi e i relativi strumenti di supporto di ENEA e ISPRA e creare una struttura italiana di governance multilivello in cui i sostenitori rivestono un ruolo chiave per il coinvolgimento dei coordinatori e i firmatari del Patto; un secondo evento è stato realizzato con tutti i coordinatori territoriali (province, regioni, città metropolitane, comunità montane e unioni di comuni) per presentare la strategia nazionale, i suoi obiettivi e i prossimi passi.
SDG11: realizzazione di città e insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili 
SDG13: Adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze 
SDG17: Rafforzare i mezzi di attuazione e rinnovare il partenariato mondiale per lo sviluppo sostenibile 
Hanno partecipato alla video intervista Francesca Hugony e Luca Colasuonno con il supporto di Monica Misceo, Patrizia Pistochini e Maurizio Matera

Video intervista su progetto "Deciwatt"

Video intervista su "Il Patto dei Sindaci in Italia"

 

 

Per ulteriori approfondimenti:

Il Dipartimento Unità Efficienza Energetica svolge il ruolo di Agenzia Nazionale per l’Efficienza Energetica assegnato ad ENEA ed intende essere il riferimento nazionale in tema di efficienza energetica nei confronti della pubblica amministrazione, dei cittadini, delle imprese e del territorio, rendendo disponibili metodologie e soluzioni innovative e attività di supporto tecnico-scientifico per l’uso efficiente dell’energia, la riduzione dei consumi energetici e l’ottimizzazione dei processi, con forte attenzione alla qualità e alla responsabilità sociale

Image
feedback