Dipartimento Unità per l'Efficienza Energetica
Agrenzia Nazionale Efficienza Energetica

Rapporto IEA “Energy Efficiency 2020”: la crisi Covid aggrava il rallentamento dell'efficienza energetica, intensificando la necessità di un'azione urgente

Il più debole progresso dell'efficienza energetica in un decennio minaccia il raggiungimento degli obiettivi climatici internazionali e rende i prossimi tre anni un periodo critico per invertire questa preoccupante tendenza: è quanto afferma il nuovo Rapporto dell'Agenzia Internazionale dell'Energia (International Energy Agency, IEA).
Il ritmo già lento del progresso globale sull'efficienza energetica è destinato a rallentare ulteriormente quest'anno a causa degli impatti economici della crisi Covid-19, acuendo la sfida per il raggiungimento degli obiettivi energetici e climatici internazionali e rendendo critica un'azione di governo più forte, secondo il Rapporto Energy Efficiency 2020, ultima edizione dell'aggiornamento annuale IEA sugli sviluppi globali dell'efficienza energetica. Il rapporto di quest'anno si concentra sull'impatto della pandemia Covid-19 sull'efficienza energetica e sui mercati energetici globali di quest'anno, nonché sull'analisi delle tendenze del 2019.
I dati riportati indicano tendenze ben al di sotto del livello di progresso necessario per raggiungere gli obiettivi condivisi a livello mondiale per affrontare il cambiamento climatico, ridurre l'inquinamento atmosferico e aumentare l'accesso all'energia. Secondo il Rapporto, le tendenze deludenti sono state intensificate da un crollo negli investimenti durante la crisi economica innescata dalla pandemia: nel complesso, gli investimenti nell'efficienza energetica a livello mondiale dovrebbero diminuire del 9% nel 2020.

“Insieme alle energie rinnovabili, l'efficienza energetica è uno dei pilastri degli sforzi globali per raggiungere gli obiettivi energetici e climatici. Sebbene la nostra recente analisi mostri uno slancio incoraggiante per le energie rinnovabili, sono molto preoccupato per il fatto che i miglioramenti nell'efficienza energetica globale siano ora al ritmo più lento degli ultimi dieci anni ", ha affermato il dott. Fatih Birol, direttore esecutivo della IEA. "Per i governi seriamente intenzionati a promuovere l'efficienza energetica, la cartina di tornasole sarà la quantità di risorse dedicate nei pacchetti di ripresa economica, dove le misure di efficienza possono aiutare a guidare la crescita economica e la creazione di posti di lavoro". Molte opportunità rimangono inutilizzate, tuttavia, e il monitoraggio IEA rivela uno squilibrio di spesa tra i diversi settori e le diverse aree del mondo: la spesa pianificata in Europa rappresenta l'86% di quella totale. "Accogliamo con favore i piani dei governi per aumentare la spesa per l'efficienza energetica in risposta alla crisi economica, ma ciò che abbiamo visto finora è irregolare e tutt'altro che sufficiente", ha dichiarato ancora Birol. “L'efficienza energetica dovrebbe essere la priorità per i governi che perseguono una ripresa sostenibile: crea lavoro, promuove l’attività economica, fa risparmiare denaro ai consumatori, modernizza le infrastrutture e riduce le emissioni. Non ci sono scuse per non investire molte più risorse".

Secondo l'analisi IEA gli investimenti per misure di efficienza energetica annunciate dai governi di tutto il mondo fino ad oggi sono destinati a generare quasi 2 milioni di posti di lavoro a tempo pieno tra il 2021 e il 2023, principalmente nel settore degli edifici e principalmente in Europa. Tuttavia, il piano di ripresa sostenibile della IEA suggerisce che ulteriori sforzi di ripresa legati all'efficienza energetica potrebbero creare altri quattro milioni di posti di lavoro a livello globale attraverso maggiori investimenti del settore pubblico e privato in edifici, trasporti e industria.

Il Dipartimento Unità Efficienza Energetica svolge il ruolo di Agenzia Nazionale per l’Efficienza Energetica assegnato ad ENEA ed intende essere il riferimento nazionale in tema di efficienza energetica nei confronti della pubblica amministrazione, dei cittadini, delle imprese e del territorio, rendendo disponibili metodologie e soluzioni innovative e attività di supporto tecnico-scientifico per l’uso efficiente dell’energia, la riduzione dei consumi energetici e l’ottimizzazione dei processi, con forte attenzione alla qualità e alla responsabilità sociale

Image