L’Unione Europea verso una strategia più incisiva per l'integrazione del settore energetico

Il Green Deal mira a rendere l'Europa il primo continente a impatto zero dal punto di vista climatico entro il 2050. Tuttavia, al momento, la produzione e l'utilizzo di energia rappresentano oltre il 75% delle emissioni di gas a effetto serra nell'UE. A oggi, il “vecchio continente”, ha compiuto progressi significativi nel decarbonizzare la produzione di elettricità; tuttavia tali avanzamenti non sono stati eguagliati in altri settori e per altre forme di energia (gas, combustibili liquidi, calore) e i combustibili fossili rimangono massicciamente utilizzati nei trasporti, nell'industria, negli edifici e nell'agricoltura.

Al fine di accelerare i meccanismi dei processi di decarbonizzazione, entro giugno 2020 la Commissione presenterà una strategia per un’integrazione smart tra i diversi settori produttivi e fornitori di servizi, allo scopo di concretizzare un futuro sistema energetico europeo integrato.

Per la realizzazione di questa strategia, la Commissione si sta adoperando per ottenere il contributo da parte di tutte le parti interessate e dei cittadini dell'UE. Tale apporto può essere fornito tramite il ricorso a una piattaforma WEB a cui si può accedere (‘Have Your Say’), questa opzione online è stata lanciata il 14 aprile e durerà 4 settimane. È altresì possibile inviare le proprie proposte al seguente indirizzo mail: .


Stampa