EEPLIANT3 per il rispetto della normativa in materia di etichettatura ed ecodesign dei prodotti elettrici: a febbraio due eventi sugli avanzamenti del progetto europeo

Obiettivo del progetto europeo EEPLIANT3 (Energy Efficiency Compliant Products 3) - partito a giugno 2019 e che si concluderà nel 2023 - è contribuire al conseguimento dei vantaggi economici e ambientali individuati nella legislazione europea di etichettatura e progettazione ecocompatibile, agevolandone l’effettiva applicazione. Questo è ottenuto migliorando e coordinando le attività di 24 autorità di vigilanza del mercato e di altre organizzazioni operanti nel mercato unico dell'Unione europea: complessivamente sono coinvolti 29 partner provenienti da 20 Stati membri dell'UE e dalla Turchia.
Per l’Italia partecipano ENEA - leader del Work Package 6 “New and arising issues posing challenges to market surveillance” - e Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi. Responsabile per ENEA è la ricercatrice Milena Presutto del Dipartimento Unità Efficienza Energetica.
EEPLIANT3 rappresenta la più grande azione concertata di sorveglianza del mercato sull’efficienza dei prodotti mai finanziata dall’UE: esaminate e verificate e le prestazioni energetiche interessati di sei categorie di prodotti: condizionatori d'aria e ventilatori, asciugabiancheria per uso domestico, scaldabagni e serbatoi di acqua calda, unità di ventilazione, prodotti per l'illuminazione e riscaldatori di ambiente.
Oltre a questo, il progetto comprende anche varie attività "orizzontali" intese a sviluppare strumenti digitali intelligenti (IT) e tradizionali, competenze e buone pratiche in tutta Europa per una più efficace sorveglianza del mercato relativamente alla progettazione ecocompatibile e all'etichettatura energetica. Il progetto è coordinato da PROSAFE - The Product Safety Forum of Europe.
Il 9 e 10 febbraio 2021 l’azione concertata EEPLIANT3 ha organizzato - on line a causa dell’emergenza sanitaria dovuta al Covid 19 - il secondo incontro dell’Advisory Board (AB) e una riunione del Management Team (MT). Agli eventi hanno preso parte più di 50 partecipanti della Commissione Europea, delle Autorità Europee di Vigilanza del Mercato (MSA), delle associazioni di settore e ambientali. In evidenza i risultati che permettono a EEPLIANT3 di essere sulla buona strada per ottenere i risparmi energetici previsti: la revisione dello stato di avanzamento delle attività del progetto e la riflessione sulle sfide e le questioni individuate fino ad oggi sono state al centro degli ordini del giorno e delle discussioni. Tra gli argomenti trattati:
• le difficoltà incontrate nell'ottenere dai fornitori la documentazione tecnica sui prodotti
• il gran numero di non conformità rilevate finora dalle ispezioni dei documenti e le modalità di supporto alle imprese
• lo stato di avanzamento della Banca dati europea dei prodotti per l'etichettatura energetica (EPREL) e il suo utilizzo da parte dei produttori. Infatti dal 1° gennaio 2019, i fornitori (produttori, importatori o rappresentanti autorizzati) devono registrare, prima di venderli sul mercato europeo, i propri apparecchi che richiedono un'etichetta energetica nella Banca dati europea dei prodotti per l'etichettatura energetica (EPREL).

Per contattareMilena Presutto scrivere a .

 


Stampa