×

Attenzione

Direttiva EU e-Privacy

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti per il suo normale funzionamento, per elaborazioni statistiche e controllo di qualità, e per fornire le funzionalità di condivisione facoltativa sui social network. Si rende noto che se usi le funzioni che interagiscono con i social network, questi potrebbero tracciare la tua navigazione con i loro cookies. Per avere maggiori informazioni su tutti i cookie utilizzati e su come disabilitarli leggi l’informativa.

Visualizza l'informativa sulla privacy

Hai rifiutato l'utilizzo dei cookie. Questa decisione può essere annullata.

Ciao Ciao CO2: un laboratorio didattico del comune sardo di Serrenti nato nell’ambito del Mese dell’Efficienza Energetica

Lo scorso 24 maggio si è concluso con un evento, a cui hanno partecipato gli alunni e le insegnanti delle Scuole elementari via Eleonora D’Arborea e via Antonio Gramsci del comune di Serrenti, “CIAO CIAO CO2”, laboratorio didattico con disegni e idee per salvare il pianeta. Nato nell’ambito del Mese dell’Efficienza energetica 2020 - l’iniziativa promossa dall’ENEA nell’ambito della campagna nazionale “Italia in Classe A” - il progetto ha avuto inizio a novembre 2020 coinvolgendo le 11 classi delle due scuole primarie di Serrenti, piccolo centro del sud della Sardegna. In particolare nella giornata del 24 maggio l’ufficio tecnico manutentivo del comune ha preparato appositamente un pannello didattico spiegando ai bambini l’importanza di consumare in maniera sostenibile e raccontando come dal sole si può produrre energia verde.
Il comune sardo è particolarmente attento ai temi dell’efficienza energetica. A Serrenti infatti il progetto Casa dell’energia - già premiato da ENEL X nella categoria “Il valore della partnership per lo sviluppo di un modello circolare” nell’ambito del “Cresco Award 2018” - ha sviluppato all’interno del paese varie micro reti intelligenti dove l’energia fotovoltaica viene distribuita e auto-consumata negli edifici scolastici per poi essere conservata in batterie agli ioni di litio ed utilizzata nelle ore notturne.


Stampa