Società Servizi Energetici SEE

1) In merito all’oggetto sociale della nostra società, non sono menzionati i “servizi energetici” ma ci sono delle frasi che potrebbero trasversalmente intendere anche quello. è possibile, quindi, accreditarsi al sito AEEG per richiedere i TEE?                                                                                                                                                                                  Per potersi accreditare sul sito del GSE come operatore SSE bisogna che all’interno dello statuto sia presente un riferimento all’offerta di servizi energetici integrati. Un riferimento “trasversale” non è sufficiente per poter garantire il futuro cliente sulla capacità di poter gestire un progetto di efficienza energetica.

2) Una ESCo, avendo avuto i requisiti ma non essendo accreditata (si è accreditata in seguito), ha la possibilità di presentare oggi RVC per interventi che hanno superato la soglia minima prima dell’accreditamento?                                                                                                                                                                                                        La EEN 9/11 riporta: “società di servizi energetici sono le società, comprese le imprese artigiane e le loro forme consortili, che alla data di avvio del progetto hanno come oggetto sociale, anche non esclusivo, l’offerta di servizi integrati per la realizzazione e l’eventuale successiva gestione di interventi”. La definizione succitata non entra nel merito dell’accreditamento. Importante è che alla data di avvio del progetto la ESCo già fosse costituita.

3) Sono un ingegnere civile, ho aperto una partita iva come ditta individuale e come tipo di attività risulto essere: studi di ingegneria. Vorrei accreditarmi per certificare i risparmi conseguiti da una serie di interventi effettuati da miei clienti pubblici e privati. Allo scopo, è sufficiente avere una ditta individuale con partita IVA, oppure occorre necessariamente aprire una nuova società, e di che tipo (srl, snc, ecc.)?                                                                                              Per poter operare nel sistema dei CB, deve accreditarsi presso il GSE come SSE (società di servizi energetici). Allo scopo è necessario che nello statuto compaia almeno la dizione ‘offerta di servizi energetici integrati’. Non è prescritta una particolare forma di società, tuttavia il fatto che l’acronimo SSE contenga la parola ‘società’ significa che forse la ditta individuale è esclusa dall’accreditamento. Di questo consiglieremmo di chiedere conferma al GSE oppure al Ministero dello sviluppo economico / Dipartimento per l’Energia / Direzione generale per l’energia nucleare, le energie rinnovabili e l’efficienza energetica / Divisione VIII - Sviluppo energetico sostenibile e sistemi energetici distribuiti.

4) Il decreto ministeriale del 28.12.12 prevede che nel breve futuro le SSE si dovranno certificare secondo le norme UNI CEI 11352. Una società che sia identificabile come ESPCo, e non come ESCo, deve comunque munirsi di tale certificazione?                                                                                                                                                         Il decreto dice che una SSE che vorrà chiedere TEE dovrà essere certificata, indipendentemente che sia una ESCo o una ESPCo.

5) Come può una ESCo prendere in carico interventi realizzati da soggetti privati? È obbligatorio che il cliente firmi di suo pugno una dichiarazione di mandato o potrebbe essere la stessa ESCo che dichiara sotto la sua responsabilità di avere ricevuto mandato dal cliente partecipante?                                                                                                       Il cliente partecipante dovrà coinvolgere una ESCo per valorizzare il risparmio energetico proveniente da un proprio progetto. Che poi il cliente partecipante firmi una propria dichiarazione, o che la ESCo autodichiari il proprio coinvolgimento, non ha interesse ai fini del rilascio dei TEE (l’argomento non è trattato nel corso dell’istruttoria).

6) L’accreditamento come SEE presso il GSE può essere effettuato solo dalle società, o anche dalle persone fisiche, considerato che il Lgs. 115/2008 all'art. 2 prevede che le ESCo possano essere anche persone fisiche?                                                                                                                                                                                                       Se la società composta da un’unica persona fisica è tenuta ad avere uno statuto, si può iscrivere nel registro delle SSE.

7) Entro quando le SSE dovranno essere certificate UNI CEI 11352 per partecipare al meccanismo dei TEE?                                                                                                                                                                                                       Le SSE dovranno essere certificate UNI CEI 11352 decorsi due anni dall’emanazione del decreto del Ministro dello sviluppo economico di cui all’articolo 16, comma 1, del decreto legislativo 115/2008. Allo stato attuale, non è possibile però sapere quando sarà emanato il decreto di cui sopra da parte del MiSE.

8) Se si crea una nuova società SSE si possono richiedere i certificati bianchi per i primi due anni di esistenza della società poi è obbligatorio diventare ESCO. Al termine dei due anni cosa succede se non si trasforma la società in ESCO? Decade solamente la facoltà di richiedere i certificati bianchi? Visto che una ESCO richiede una grossa copertura finanziaria, è possibile fare una ESPCo che è una società meno impegnativa dal punto di vista finanziario? Una ESPCo può richiedere i certificati bianchi?                                                                                                        Non capiamo le preoccupazioni tra ESCO, ESPCo né la questione dei due anni. Per poter chiedere certificati bianchi è necessario configurarsi come SSE (società di servizi energetici) registrandosi sul portale del GSE. Non è richiesta nessun'altra formalità per entrare nel sistema.

9) In merito all’accreditamento come SSE presso il GSE, è possibile anche per una società estera accreditarsi presso il GSE in Italia e operare allo stesso modo di una Società Italiana nel mercato dei Titoli di Efficienza Energetica?                                                                                                                                                                             Certamente, l'importante è che il risparmio energetico sia realizzato in Italia.

10) Una SSE accreditata presso il GSE prima della data di avvio del progetto può richiedere il rilascio dei TEE anche se il progetto si compone di alcuni interventi effettuati antecedentemente la data di costituzione della società?                                                                                                                                                                                         La linea guida EEN 9/11 non si esprime espressamente al riguardo; è sufficiente che la SSE fosse costituita alla data di avvio del progetto (quando il progetto raggiunge la dimensione minima), indipendentemente dalla data di effettuazione degli interventi costituenti (assimilabile alla data di prima attivazione). Secondo noi la risposta è quindi affermativa.