XXVII Settimana della cultura scientifica

 XXVII Settimana della cultura scientifica

Roma, 15 gen. (askanews) - Si svolgerà dal 29 gennaio al 2 febbraio 2018 la XXVII Settimana della cultura scientifica. Obiettivo dell'iniziativa è mobilitare tutte le competenze e le energie del Paese per favorire la più capillare diffusione di una solida e critica cultura tecnico-scientifica, tramite manifestazioni aperte al vasto pubblico. Anche quest'anno – si legge sul sito del Miur - sarà possibile seguire convegni e seminari su metodi per la crescita della cultura tecnico-scientifica nella scuola, aggiornamento permanente delle e dei docenti, attualità, storia delle scienze e delle tecniche, fondamenti e implicazioni etico-politiche della ricerca; orientamento sul ruolo dei media e molto altro. In particolare, la Settimana - si spiega nel Memorandum dell'iniziativa - stimola l'apertura di efficaci canali di comunicazione e di scambio tra l'universo della società civile (che vede in prima fila il mondo della scuola), da un lato, e l'articolato complesso del Sistema ricerca (università, enti di ricerca pubblici e privati, musei, aziende, associazioni, ecc.), dall'altro. Si tratta di un compito di importanza decisiva, non solo perché contribuisce alla crescita culturale del Paese, ma anche perché costituisce uno dei presupposti per il pieno esercizio dei diritti democratici dei cittadini, i quali sono chiamati a compiere sempre più spesso scelte (ambiente, genetica, energia, ecc.) che, per essere davvero autonome e responsabili, implicano una solida cultura scientifica di base. Le Settimane costituiscono anche lo strumento per sperimentare e promuovere l'ambizioso progetto elaborato e sostenuto dal MIUR di dar vita a un sistema nazionale di istituzioni permanenti (musei, centri e città della scienza e della tecnica, università, accademie, ecc.), impegnate nel compito di garantire ai cittadini un'informazione tecnico-scientifica aggiornata e certificata, provvedendo nel contempo alla valorizzazione del patrimonio tecnico-scientifico del quale è ricchissimo il nostro Paese. La Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica mira in modo del tutto particolare a favorire la partecipazione dei giovani in età scolare alle iniziative in programma. Infatti, - si sottolinea nel Memorandum dell'iniziativa - è soprattutto ai giovani che possono essere affidate le speranze di un radicale rinnovamento e di un proficuo arricchimento della cultura di base del nostro Paese. Pur lasciando libertà di scelta per altre tematiche di interesse scientifico, il Miur suggerisce alcuni temi focali per gli eventi: Donne e Scienza. A 150 dalla nascita di Marie Curie; Scienza ed Europa. In occasione del 60esimo anniversario dei trattati di Roma; Scienza e tecnologie per la sicurezza del territorio: monitoraggio e prevenzione, mitigazione del rischio, resilienza; Tecnologie di ieri, tecnologie di oggi: i passi delle scienze; Evoluzioni dinamiche: mutamenti e adattamenti di esseri umani, ambiente, natura; Impatto delle nuove tecnologie nella trasformazione del mercato del lavoro; Scienza e tecnologie per il governo delle città.

Per approfondire