Progetto REEHUB: a Brindisi workshop formativo su efficienza energetica ed edilizia sostenibile

pubblicato il 26 giugno 2019
Progetto REEHUB: a Brindisi  workshop formativo su efficienza energetica ed edilizia sostenibile

Il 24 e 25 giugno, presso il Centro Ricerche di Brindisi, i ricercatori ENEA hanno tenuto un workshop formativo su efficienza energetica ed edilizia sostenibile per trasferire competenze e modalità operative a tecnici provenienti da Puglia, Molise, Albania e Montenegro.
L’evento è stato organizzato nell’ambito del progetto REEHUB, finanziato dal programma europeo “INTERREG IPA CBC Italia, Albania, Montenegro”, che punta alla creazione di 4 Hubs nelle regioni del programma, con centri di competenza, formazione e tutoraggio sulle seguenti tematiche: 

  • sostenibilità ambientale
  • efficienza energetica
  • sistema di certificazione degli edifici
  • mitigazione del cambiamento climatico
     

La prima delle due giornate che hanno caratterizzato il training formativo, è stata aperta da un intervento dell’ing. Fallucchi del Dipartimento Unità Efficienza Energetica di ENEA. L’ingegnere ha presentato la metodologia semplificata dell’Audit Energetico per gli HUBs del progetto, cui è seguita un’esercitazione per permettere ai partecipanti d’impadronirsi dell’utilizzo delle nozioni tecniche acquisite.
Nella mattina della seconda giornata, il Dr. Iannantuono, anch’egli del Laboratorio per l’Efficienza Energetica ENEA del Sud Italia, ha contribuito a istruire i partecipanti sulle modalità di realizzazione di una corretta valutazione economica, costi benefici, degli interventi di efficienza energetica; successivamente e similmente a quanto accaduto il giorno precedente, è seguita un’esercitazione pratica su quanto esposto nella parte teorica.
Nel pomeriggio, la giornata è proseguita nel laboratorio “Prove Non distruttive, Termografia LWIR e Monitoraggio Indoor”. a cura del Dipartimento Sostenibilità dei Sistemi Produttivi e Territoriali. In questa sessione la ricercatrice Patrizia Aversa ha illustrato i risultati ottenuti dalla campagna di misurazioni svolta negli HUB del progetto. La specialista ENEA, ha infatti effettuato, in ciascuno di  quest’ultimi, valutazioni e caratterizzazioni termoigrometriche degli edifici, attraverso un audit strumentale completo e sulla base delle normative vigenti, con lo scopo di valutarne le criticità e studiarne  possibili e immediate soluzioni. La stessa ricercatrice ha inoltre avviato, grazie a un training iniziale effettuato nei mesi precedenti presso gli stessi HUB, la formazione del personale addetto ai lavori sull’utilizzo della strumentazione di cui gli HUB sono già, o saranno a breve, dotati.
L’idea di fondo del progetto REEHUB è, infatti, proprio quella di trasferire ai partner le metodologie adottate e consolidate in ENEA, per metterli in condizione di effettuare gli audit strumentali degli HUB, ognuno nella propria Regione e permettere così ad Albania e Montenegro di adeguarsi velocemente alle normative europee, per entrare a far parte dell’Unione Europea.

Altre foto