Inaugurato a Stazione Milano Bovisa il “Muro dell’Energia”

pubblicato il 18 giugno 2019
Inaugurato a Stazione Milano Bovisa il  “Muro  dell’Energia”

In occasione dell'apertura della Settimana europea per l'energia sostenibile - che si concentra sul tema della "transizione verso l'energia pulita - si è inaugurato oggi, martedì 18 giugno 2019 alle ore 11 il Muro dell'Energia. Il murales, di circa 130 mq e in formula "street art", racconta in piazza Emilio Alfieri, nella periferia nord est di Milano, l’efficienza energetica attraverso il binomio “energia-emozioni”, reso materiale da disegni sui propri sogni realizzati da bambini di tutto il mondo, compresi quelli di Milano. Hanno partecipato al taglio del nastro l’assessore del Comune di Milano alla Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open data Lorenzo Lipparini, la direttrice del Dipartimento Unità Efficienza Energetica dell’ENEA, Ilaria Bertini e il curatore e fondatore dell’Associazione Repubblica del Design, Davide Crippa.
Il Muro nasce dalla fusione del progetto kdzenergy.eu dell’Agenzia Nazionale Efficienza Energetica di ENEA con quello di rigenerazione urbana a cura della Repubblica del Design per il Comune di Milano. Racconta i sogni di bambini provenienti da più parti del pianeta sul tema della sostenibilità energetica con una doppia valenza simbolica: una azione di informazione continua e un muro “adottato” al fine di abbattere “tutti i muri della diversità”, inclusa la povertà energetica. Un manuale di istruzione per l’uso sorprenderà il cittadino transitante, consigliando brevi formule per scoprire tutte le opportunità utili a migliorare il rendimento energetico della propria casa, risparmiando, nonchè immaginare la Milano 2030.
"Inauguriamo oggi un altro tassello del patto di collaborazione siglato con l’associazione Repubblica del Design per la riqualificazione e la rigenerazione urbana del quartiere Bovisa-Dergano. Il murales restituirà colore e vitalità al quartiere. Questo è un ottimo esempio della doppia funzione dell’arte di strada: rendere più belli i muri della città e trasmettere con ENEA un messaggio importante a tutti i cittadini, invitandoli a prendersi cura delle proprie case per migliorare la qualità dell’ambiente in cui viviamo"apre così la cerimonia l'assessore alla Partecipazione, cittadinanza e open data Lorenzo Lipparini.
KDZENERGY è un progetto sperimentale ENEA - nel campo del cosiddetto "Behaviour Change" - che mira a raccontare la resilienza e la rigenerazione socio-urbana attraverso la sostenibilità ambientale. La finalità è quella di accompagnare, nel percorso verso la transizione energetica, le attività tecnologiche, ambientali ed economiche, con azioni che incidano sui livelli di consapevolezza, portando all’adozione dei necessari comportamenti. La sfida consiste nel mappare un nuovo lessico e un nuovo approccio comunicativo attraverso una semiotica dell’energia costruita su azioni di influenza sui territori, in questa occasione all’interno del processo di rigenerazione urbana Repubblica del Design” che ridefinisce la periferia di Bovisa come l’unico distretto di design attivo 365 giorni l’anno. Una rigenerazione urbana patto tra Comune di Milano, Associazioni territoriali che attraverso la collaborazione con ENEA e per opera dei più giovani, dai bambini ai millennial, mette in atto e abilita il cittadino verso una nuova cultura dell’ambiente urbano e dell’uso razionale e consapevole dell’energia.
 “Il Dipartimento Unità Efficienza Energetica dell’ENEA, attraverso progetti sperimentali nel campo del Behaviuor Change nel percorso di transizione  energetica, ha colto l’occasione e la sfida per mappare un nuovo lessico e un nuovo approccio all’informazione e alla sensibilizzazione sull’efficienza energetica. Con il progetto KDZENERGY e la Campagna Nazionale per l'Efficienza Energetica Italia in Classe A, la sfida è stata quella di adottare una semiotica dell’energia costruita su diverse azioni di influenza. Le prime sono sperimentate proprio nell’area di Milano Bovisa attraverso le azioni della "Repubblica del Design", il processo di rigenerazione che parte dagli studenti di Design del Politecnico di Milano con il coinvolgimento del Comune di Milano e del nostro Dipartimento. Il Muro dell’ Energia, adottando una forma di street art, finalizzata non solo ad abbellire il luogo di destinazione, ma provando a recuperare uno spazio di socializzazione, diventa uno strumento permanente di informazione "diffusa" sui temi dell’energia e delle best practice in tema di consumi. Per raggiungere questo obiettivo è stato coinvolto il target studenti 6-14 anni, per natura più predisposti a recepire i cambiamenti e capaci di coinvolgere ed essere coinvolti attraverso le emozioni. Da qui la scelta di raccontare l' efficienza energetica attraverso i disegni dei bambini di tutto il mondo, inclusi quelli del quartiere Bovisa." dichiara Ilaria Bertini, direttrice del Dipartimento Unità Efficienza Energetica.
"La Repubblica del Design è un progetto visionario che da subito ha avuto interlocutori alti come Enea all’interno del progetto. Vuole creare un territorio di progetto all’interno della periferia milanese di Lancetti, Dergano e Bovisa. Un territorio di vera sperimentazione e diffusione di valori alti come la cultura dell’energia, questo muro è una dei primi progetti che va in questa direzione. Ma come dicevo è la prima forma di collaborazione con Enea e forse anche la più tenera perché vede la collaborazioni di progetti in erba come i bambini con la loro capacità di re-invenzione del quotidiano, ma altre occasioni le vedrete nel festival delle creatività di ottobre. Insomma state on-air perché ne vale veramente lapena", dichiara Davide Crippa.

ALTRE IMMAGINI